La Storia

L'intuizione nasce negli anni '70 in Germania

Alla fine degli anni '70 il biofisico tedesco F.A. Popp scopri  come da ogni tipo di sostanza organica o inorganica vengano emesse specifiche onde elettromagnetiche con determinata frequenza e lunghezza d'onda.

Studi nel campo della biofisica hanno dimostrato che le comunicazioni cellulari all'interno del corpo umano sono controllate e regolate primariamente da fattori elettromagnetici e solo in un secondo tempo da elementi biochimici.

Il Dr. Morell si rese conto di quanto fosse più semplice intervenire, ai fini terapeutici, direttamente sul livello di controllo bioenergetico piuttosto che sui complessi processi chimici, come avviene ad esempio attraverso i medicinali. Fu dunque messo a punto un apparecchio in grado di captare le oscillazioni bioenergetiche e di rielaborare i segnali terapeutici individuali.

Considerato tuttavia che tali oscillazioni erano costituite sia da frequenze fisiologiche che patologiche, si rese necessario inserire nell’apparecchio di biorisonanza “BICOM” un filtro che separasse le une dalle altre.

A questo punto fu possibile trattare in modo mirato, ridurre o eliminare del tutto le frequenze patologiche. Nell’organismo umano le frequenze patologiche si formano ad esempio in seguito a malattie o infezioni non sanate: per es. generate da veleni, virus, batteri, allergeni ecc.

Grazie a questo procedimento è possibile eliminare i campi di disturbo, e aumentare le forze di autoguarigione dell’organismo, in modo tale che esso sia in grado di avviare processi di disintossicazione e risanamento.